Chilometri? Oggi sono tanti quelli da percorrere con una sola ricarica

Nell’ultimo periodo, ci siamo trovati spesso a ricevere da parte dei nostri lettori numerose richieste di chiarimenti sulla questione dell’autonomia delle auto elettriche: si tratta evidentemente di una questione che ancora desta un certo interesse, e che per questa ragione abbiamo deciso di affrontare in un certo grado di dettaglio.

In altri termini, quello che ci viene richiesto di chiarire è se, considerando anche le più recenti evoluzioni in termini tecnologici, comprare un’auto elettrica ci permetta di avere un’autonomia pari o superiore a quella di una macchina alimentata a benzina, diesel o GPL.

I consumatori italiani, infatti, stando sempre più prendendo in considerazione l’idea di unirsi alla rivoluzione e-mobility, come dimostrano i dati relativi alle vendite di macchine elettriche nel nostro Paese degli ultimi anni.

Tuttavia, può essere utile specie a chi non sempre segue tutti gli sviluppi aggiornarsi sulle ultime novità in materia, ed è per questo motivo che in questo articolo ci occuperemo proprio di spiegare perché passare a un’auto elettrica ci garantisce prestazioni assolutamente competitive, quando non superiori.

Ecco tutto quello che c’è da sapere riguardo l’autonomia auto elettriche.

Più di 300 km con un pieno

Se pensiamo alle macchine alimentate a energia elettrica ancora come a delle vetture sperimentali, costose e poco efficienti, ci siamo senz’altro persi numerosi passaggi: oggi, possedere un’auto elettrica non solo è una possibilità alla portata di chiunque, ma ci garantisce anche delle prestazioni assolutamente in linea con quanto ci viene offerto dalle vetture più tradizionali.

I modelli più recenti, infatti, hanno una batteria che permette alle auto di percorrere anche oltre 300 km con un pieno di energia, cosa che ci permetterà non solo di inquinare meno e risparmiare, ma anche di non rimpiangere sotto nessun aspetto le prestazioni a cui le macchine classiche ci hanno abituato.

Un autonomia sempre migliore

Se poi pensiamo a quanto velocemente si sta evolvendo il mondo della e-mobility, possiamo stare certi che nei prossimi anni vedremo entrare in commercio dei modelli ancora più capienti in termini di risorse, e quindi che ci consentiranno di percorrere distanze ancora maggiori.

Ad oggi, a ben pensarci, le possibilità di spostamento che ci offre una macchina elettrica sono le stesse di un’auto tradizionale: quanti di noi infatti possono dire di poter percorrere oltre 300 km con un solo pieno? Con le macchine elettriche, ricaricare il motore ci porterà via meno tempo e, soprattutto, avremo la possibilità di ricaricare la batteria in maniera del tutto autonoma e senza bisogno di assistenza.

Per quanto riguarda i tempi di ricarica, anche questi si stanno facendo sempre più contenuti: ad oggi, ricaricare fino all’80% circa la propria batteria è un’operazione che non porta via più di una ventina di minuti, cosa che non comporterà alcun tipo di cambiamento sostanziale nei nostri ritmi o nel nostro stile di vita.

Perfetta anche per lunghi viaggi

Per questa ragione, le auto elettriche non sono solo destinate a essere city car ecologiche e a basso consumo, ma possono tranquillamente essere utilizzate anche per viaggi più lunghi e impegnativi.

Qualsiasi stazione di rifornimento, infatti, dispone adesso di una torretta di ricarica: ciò significa che, pure nel caso in cui volessimo usare la nostra auto per andare in vacanza, le gite fuori porta saranno anch’esse non solo possibili, ma anche più economiche e a minore impatto ambientale.

News Reporter